Motricità di base e sviluppo delle capacità coordinative

In un’epoca come quella attuale, dove i bambini sono molto più facilitati nello sviluppo di capacità ed abilità verso aggeggi tecnologici e non capacità relazionali dal vivo e attività motorie; è bene informare i genitori delle tante opportunità che una percorso di crescita mirato al miglioramento delle capacità coordinative di base può offrire. Iniziamo questo nostro viaggio nell’informazione web, spiegando cos’è la motricità di base, quali sono le capacità coordinative delle quali parleremo nei prossimi articoli e quali vantaggi possono portare allo sviluppo psico fisico di un bambino.

Motricità di base: cos’è

I movimenti dell’essere umano di base sono quelli che gli consentono di Camminare, Correre, Saltare, Lanciare ed Afferrare.Sono da considerare dei fondamentali movimenti sui quali si basano tutte le abilità e capacità che un bambino svilupperà più o meno bene in futuro.

nella cultura italiana, si cela un grande errore, dettato da una parte dalla mancanza di conoscenza da parte dei genitori dell’importanza di un corretto sviluppo della motricità di base, e dall’altra a causa della mancanza di strutture e programmi che consentano un percorso formativo atto a migliorare gli schemi motori.

In breve nel nostro Paese, ogni attività sportiva e ludica, non è preceduta o affiancata da un percorso formativo atto a migliorare la motricità di base. Cosa che sarebbe utilissima per il successo delle attività sportive stesse e per la facile integrazione di ogni bambino in un gruppo a lui estraneo.

per un bambino, quella che può essere considerata una semplice attività come coordinare i movimenti, è invece un’attività molto intricata. Il cervello analizza e cataloga le informazioni che gli vengono offerte dagli organi di senso e riesce a stabilire elementi essenziali per il bambino come il rapportarsi alla posizione rispetto ad un oggetto, cosa che consente ai muscoli interessati di muoversi di conseguenza e nel modo giusto.

 

Capacità coordinative: Quali sono?

motricità di base

Le capacità coordinative sono:

Tratteremo brevemente qui di seguito, i significati di tali capacità coordinative, ne forniremo mediante articoli futuri più informazione per ognuna di esse.

Come visto in precedenza, le attività a supporto della motricità di base servono ad agevolare un corretto sviluppo delle capacità di movimento in un soggetto che ha un’età compresa tra i 2 ed i 7 anni.

In questa età, si può maggiormente avere successo con un programma precedente a qualunque attività sportiva, che migliorerà la capacità del bambino di:

  • Collegare correttamente tra di esse le capacità motorie gia apprese
  • Coordinare il movimento di arti inferiori e superiori
  • Coordinare movimenti in relazione agli stimoli esterni
  • Migliorare il senso di posizione rispetto al mondo esterno
  • Imparare a differenziare gli stimoli
  • Mantenere una posizione di equilibrio in qualunque situazione
  • Comprendere lo spazio-tempo
  • Avere movimenti più fluidi
  • Capacità di giudicare quando modificare un’azione prefissata

 

Vantaggi di un percorso formativo

motricità di base

Non si contano i vantaggi che un percorso formativo mirato a migliorare la motricità di base in soggetti di tenera età, possano esistere nel resto della vita dei singoli individui. Un percorso formativo in tal senso però è opportuno farlo in un età compresa tra i 2 ed i 7 anni, ed è in relazione a questa fascia d’età che vogliamo porre in evidenza i vantaggi.

Un’età che spesso precede la scelta nella quale i genitori si concentrano per capire quale attività sportiva far praticare al proprio bambino. In questa scelta spesso influiscono la cultura radicata, le amicizie, la voglia di rivalsa personale. E’ assolutamente sbagliato fare una scelta del genere basandosi su questi fattori, se non altro molto limitante soprattutto per il successo del proprio bambino in tale attività.

Prima di iscrivere un bambino alla scuola calcio o a danza, sarebbe opportuno valutare il livello di sviluppo delle capacità coordinative e di motricità di base che il bambino ha sviluppato. E correre ai ripari aiutandolo con un’attività formativa mirata allo sviluppo di tali capacità.

 

 

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *