Sedersi con le gambe a “W” è pericoloso per lo sviluppo osseo e muscolare di tuo figlio. Scopri come aiutarlo!

Se hai un bambino piccolo, sicuramente ti sarà capitato di vederlo seduto a terra in una posizione un po’ strana: con le gambe a “W“. Questa posizione del corpo, per quanto ti possa sembrare strana e scomoda, è molto frequente nei bambini, che trovano confortevole sedersi e giocare in questo modo.

Anche tu, vedendo tuo figlio seduto con i fianchi cinti dalle gambe, avrai sorriso e pensato: <<Mio figlio è proprio elastico, sembra un contorsionista!>>. Mai un pensiero è stato più sbagliato!

Dal punto di vista postulare, la posizione di seduta con le gambe a w è inevitabilmente scorretta e colpevole di danneggiare nel tempo lo sviluppo osseo e articolare di tuo figlio. In questa posizione sia i fianchi, che il femore e la tibia, non vengono sollecitati nel modo corretto.

L’importanza della postura corretta per i bambini

Come ben sai, ogni bambino inizia a conoscere il mondo attraverso l’uso del proprio corpo, in relazione a una particolare attività che si desidera svolgere, il piccolo assumerà una precisa postura. E’ importante, però, assumere posture corrette, capaci di influenzare positivamente lo sviluppo fisico e osseo del piccolo.

Cattive abitudini di postura hanno effetti negativi sullo sviluppo del corpo, indebolendo le ossa e favorendo l’instabilità scheletrica durante la crescita.

I danni causati dal  “sedersi con le gambe a w

Analizziamo ora insieme le diverse ossa che il “sedersi con le gambe a w” può danneggiare durante la crescita del bambino.

La prima parte del corpo che vado ad affrontare è il tronco: seduti con le gambe a w, i bambini non riescono a raggiungere lo spazio intorno a loro. Questo perché il bimbo, in questa errata posizione posturale, non è in grado di completare con successo l’intera rotazione del tronco, avendo una minore stabilità, rispetto a una posizione di seduta corretta.

Questa circostanza impedisce a tuo figlio di acquisire essenziali abilità motorie, come ad esempio la capacità d’equilibrio. Inoltre, continuando nel tempo a sedersi a w, il piccolo danneggerà i muscoli del tronco e la colonna vertebrale.

Ma i rischi non finiscono qui: ogni bambino che prende come abitudine, quella di sedersi con le gambe a w, compie una forza eccessiva e negativa sugli abduttori dell’anca, i muscoli posteriore delle gambe e i rotatori interni. Inoltre anche i piedi sono a rischio: la costante posizione di seduta con le gambe a w, può provocare deformazioni particolari all’arco del piede, al tallone e alle dita.

Come correggere questa pericolosa abitudine di tuo figlio?

Certamente la prima cosa da fare è quella di dissuadere il proprio bambino a tenere questa posizione, riprendendolo ogni volta che si siede con le gambe a w. Il successo di questa azione non è però sempre scontato: il bimbo potrebbe anche aver già assimilato la posizione, identificandola come naturale. In tal caso potrebbe essere difficile impedire a tuo figlio di sedersi con le gambe a w, solo con le parole.

Il consiglio probabilmente più valido, è quello di proporre a tuo figlio di partecipare a corsi di motricità tagliati su misura per la sua età. Inoltre per favorire anche il suo divertimento (come ben sai ogni bimbo impara divertendosi), potresti scegliere un corso di motricità legato allo sport, come ad esempio la motricità ovale.

Durante queste lezioni, tuo figlio potrà beneficiare di coach esperti di motricità ovale, in grado di insegnare, attraverso il gioco, le corrette posizioni posturali in relazione alle diverse necessità e situazioni.

Ogni genitore che ha deciso di affidarsi a un corso di motricità ovale, può affermare che il proprio bambino ha avuto grandi benefici legati allo sviluppo fisico e motorio: egli corre e salta meglio, interagisce in modo naturale e intuitivo con gli oggetti e fa sue abitudini di postura giuste, che gli assicureranno un corretto sviluppo osseo e muscolare.

Inoltre, durante i diversi corsi di motricità ovale, ogni bambino impara a giocare e collaborare con gli altri, migliorando notevolmente le proprie abilità sociali.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *