Perché il Rugby? 7 validi motivi per scegliere questo sport per tuo figlio!

Nicola de Cilia, all’interno del suo libro “Pedagogia della palla ovale”, indaga sui motivi scatenanti il notevole aumento negli ultimi anni di bambini iscritti ai corsi di rugby. Dietro questa voglia di preferire questo nobile sport rispetto a quelli più classici come il calcio, c’è lo spirito educativo tramandato dal rugby.

In quest’articolo ti propongo 7 validi motivi per scegliere il rugby come sport per tuo figlio.

1 – Tutti insieme

Una delle caratteristiche del rugby che attira maggiormente i bambini è rappresentata dal fatto che a una singola partita prendono parte tanti giocatori: sono 13 in tutto i giocatori di una squadra, ai quali vanno aggiunti i sei seduti in panchina.

Grazie a questa regola, nessun bambino viene escluso e tutti diventano parte integrante del gioco.

2 – Rispetto verso i compagni, gli avversari e l’arbitro

Che se ne dica, il rugby è probabilmente l’unico sport che tramanda ancora i valori di rispetto durante le gare. A differenza del calcio, ad esempio, nel rugby è realmente solo il capitano di una squadra che può contestare una decisione arbitrale e sempre in modo rispettoso. Se un qualsiasi altro giocatore si lamenta con il direttore di gara, tutta la squadra subirà una penalizzazione.

Proprio questa regola insegna ai ragazzi a rispettare l’arbitro, i compagni di squadra e gli avversari.

3 – Sviluppa le capacità motorie di tuo figlio

Soprattutto nel caso dei bambini più piccoli, il rugby favorisce notevolmente la motricità. Imparando a correre, saltare e calciare, tuo figlio apprenderà nuove capacità motorie che gli saranno preziose in futuro, in ogni ambito della vita e anche se dovesse cambiare sport.

Ovviamente a ogni età del bambino corrisponde un tipo di allenamento diverso: i più piccoli si troveranno a giocare a rugby senza mischie e senza placcaggi, giocheranno insieme ad altri bambini e bambine con palloni particolari, adatti alla loro età.

4 – Vincere divertendosi

Al contrario di molti altri sport, lo scopo principale del rugby è divertirsi e giocare bene: in questo sport non vince chi è più furbo, ma solo chi gioca meglio.

Ogni bambino dovrà mettere in campo tutte le energie per vincere, ma sempre nel rispetto dell’avversario, del gioco e del divertimento :-D

5 – Non solo per i maschietti

Al contrario di quanto se ne possa pensare, il rugby è uno sport adatto anche alle femminucce. Negli ultimi anni il numero di bambine iscritte ai corsi di rugby è aumentato notevolmente.

Costatando che il rugby non è lo sport così rude e violento come spesso si pensa, le mamme e i papà hanno superato la paura che la propria figlia possa farsi male durante gli allenamenti e hanno iniziato a incoraggiare la propria figlia ad entrare nel magico mondo di questo sport.

6 – Il terzo tempo

Il terzo tempo è un elemento dello sport davvero importante, un momento conviviale che aiuta a fraternizzare con compagni e avversari e a sviluppare le abilità sociali.

Grazie al terzo tempo, i bambini imparano che ogni partita di rugby è solo un gioco, un duello sportivo tra due squadre amiche nel segno del divertimento.

7 – Correre e divertirsi all’aria aperta

Il rugby per i bambini appare come un’occasione per far muovere un po’ tuo figlio, togliendolo dal divano di casa.

Sempre troppo spesso i bambini di oggi preferiscono restare a casa da soli a guardare la TV o a giocare con un videogame;  grazie al rugby tuo figlio uscirà di casa, farà sano movimento e svilupperà nuove e preziose amicizie, il tutto migliorando notevolmente il proprio sviluppo motorio.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *