Aiuto: mio figlio viene escluso dai compagni!

Un amichetto di classe del tuo bambino ha organizzato una divertente festa di compleanno, ma non ha invitato tuo figlio?

Non sai cosa fare perché tuo figlio viene escluso dai compagni?

Non preoccuparti, oggi cercherò di darti consigli utili per agevolare il processo di socializzazione del tuo bambino con i suoi coetanei.


A volte può capitare che i bambini non riescano a socializzare con i propri coetanei. Così accade che restino in disparte a scuola, evitando di partecipare a giochi di gruppo anche durante la ricreazione e che, nel tempo libero, preferiscano restare a casa trascorrendo le ore davanti alla tv o giocando da soli.

L’essere escluso dai compagni di gioco potrebbe provocare alcuni disagi nel corretto sviluppo del bambino: egli potrebbe sentirsi solo, perdendo la fiducia in se stesso, nelle sue abilità e nel suo valore.

Cosa posso fare per aiutare mio figlio quando viene escluso dal gruppo di amici?

Le dinamiche alla base di un gruppo possono essere davvero complicate, spesso i bambini si cercano in un primo momento, per poi respingersi a vicenda poco dopo, il tutto con l’obiettivo di ottenere l’accettazione e affermare la propria personalità. Quindi, inizia evitando di etichettare gli amici di tuo figlio come “cattivi bambini” o “bulli”, prova invece a mostrare fiducia nelle abilità del tuo bambino, in modo da accrescere la sua autostima.

A casa, tenta di distrarlo dall’accaduto: prova a donargli qualche “coccola extra”, in modo da alleviare, almeno temporaneamente, le sue preoccupazioni.

Passa un po’ di tempo con tuo figlio: guarda insieme a lui un film, gioca con lui e cerca di fargli esprimere i suoi sentimenti, in modo da capire anche il motivo dell’esclusione.

A scuola, in classi formate da 20-25 bambini, è difficile che tuo figlio non riesca a legare proprio con nessuno; cerca di individuare i 2 o 3 bambini con cui maggiormente riesce a familiarizzare e invitali a casa per appuntamenti di gioco.

I tempi necessari per sviluppare le capacità di socializzazione possono variare da bambino a bambino, tuo figlio potrebbe solo essere più lento di altri in questo aspetto della vita.

Infine, invita tuo figlio a partecipare ad attività extra-scolastiche che potrebbero suscitare il suo apprezzamento e interesse. Puoi provare con attività sportive, laboratori per i più piccoli, corsi d’inglese, ecc… In questo modo tuo figlio inizierà a familiarizzare con i suoi coetanei “senza pensarci troppo“, in modo più istintivo e probabilmente più efficace.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *