La capacità di ritmo: cos’è e come svilupparla

Ogni movimento del corpo è possibile solo grazie alle capacità di coordinazione motoria. Occorre essere in grado di sincronizzare al meglio i diversi muscoli in relazione ai fattori esterni, anche nel caso di movimenti più semplici.

L’individuo sviluppa costantemente le sue capacità motorie durante l’intero arco della propria vita, ma è da bambini il momento cruciale nel quale si gettano le basi per un corretto sviluppo motorio: tra i 2 e i 7 anni si inizia a sviluppare le capacità motorie principali. Tra queste la capacità di ritmo.

Cos’è la capacità di ritmo?

In ogni disciplina sportiva è molto importante poter contare su un’elevata capacità di ritmo per poter completare con successo ogni azione di gioco. In qualsiasi tipo di movimento possiamo facilmente identificare un ritmo di esecuzione definito da una particolare durata, pausa, intensità, velocità, frequenza e accentuazione.

Kurt Meinel, nel suo libro “Teoria del movimento. Abbozzo di una teoria della motricità sportiva sotto l’aspetto pedagogico”, definisce il ritmo come <<l’ordine cronologico specifico, temporale, caratteristico di un atto motorio, un’articolazione regolata dei movimenti nel loro svolgimento temporale>>. Alla base del ritmo vi sono, continue e coordinate contrazioni e decontrazioni muscolari; il ritmo di movimento è legato indissolubilmente all’apparato motorio dell’uomo.

L’esempio più chiaro attraverso il quale poter comprendere cosa sia la capacità di ritmo è rappresentato dal canottaggio. In questo sport è lampante come ogni movimento dell’atleta (braccia, busto e gambe) sia completato in funzione di un ritmo esterno condiviso anche dai compagni di squadra.

In ultima analisi, possiamo definire la capacità di ritmo come la capacità di organizzare i movimenti in modo tale da ottenere una migliore fluidità nei movimenti del corpo attraverso il giusto dosaggio d’intensità e tempo d’esecuzione.

Come sviluppare la capacità di ritmo

Il ritmo diventa un efficace aiuto nell’apprendimento di un qualsiasi movimento: sia nello sport, sia nella vita quotidiana, per apprendere al meglio una particolare azione motoria, puoi aumentare costantemente la velocità d’esecuzione, sino alla completa memorizzazione dell’azione stessa.

L’accompagnamento acustico può essere davvero aiuto per lo sviluppo della capacità di ritmo. Ad esempio apprendere l’azione di “schiacciata” durante un allenamento di pallavolo sarà molto più semplice se i movimenti di corsa, salto e schiacciata saranno sanciti da suoni emessi dall’allenatore: suoni onomatopeici come il classico “ta, ta, tan”.

Un altro esercizio ideale per sviluppare la capacità di ritmo è il classico salto della corda. Aumentando gradualmente e costantemente la velocità d’esecuzione dei salti, riuscirai a coordinare e alternare le contrazioni e i rilassamenti muscolari del tuo corpo.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *