Hai un bimbo di 3 anni? Ecco 3 divertenti esercizi di psicomotricità per crescere meglio

La disciplina della psicomotricità nasce circa un secolo fa, con l’obiettivo di risolvere i problemi “mentali” del bambino, attraverso un sapiente e consapevole uso del proprio corpo. Grazie ai notevoli successi raggiunti dopo la sua applicazione, tale disciplina è stata migliorata e adattata, fino a diventare una valido metodo educativo per la corretta crescita psicofisica dei più piccoli.

Oggi, la psicomotricità può essere considerata come una tecnica educativa che mira allo sviluppo motorio, cognitivo e relazionale del piccolo, cercando di stabilire in lui, un profondo legame tra movimento e immagine mentale, azione e mondo interiore.

Attraverso il gioco tuo figlio svilupperà nuove abilità motorie, imparerà a relazionarsi con gli altri e alimenterà notevolmente la fiducia in se stesso.

3 esercizi di psicomotricità per bimbi dai 3 anni

Di seguito ti propongo 3 divertenti esercizi di psicomotricità adatti ai bambini dai 3 anni d’età e utili allo sviluppo del controllo del corpo e dei movimenti. Gioca con tuo figlio e assicurargli un corretto sviluppo psicofisico.

1. L’oggetto misterioso

Per poter completare questo gioco educativo, ti occorrerà entrare in possesso di un sacchetto non trasparente (meglio se di stoffa) tre piccoli oggetti con cui tuo figlio già familiarizza (ad esempio dei giocattoli a cui è affezionato).

Senza farti vedere da tuo figlio, infila un primo oggetto nel sacchetto e proponi al piccolo di individuare di quale oggetto si tratti, solo attraverso la manipolazione al di sopra del sacchetto.

Per aumentare l’efficacia del gioco, metti in palio un piccolo premio, ogni che volta che tuo figlio indovina l’oggetto.

2. Segui il rumore

Questo gioco è molto divertente: per farlo ti basta avere un tamburello o qualche altro oggetto in grado di generare un suono o un rumore chiaro.

Benda il tuo bambino e mettiti in un angolo della stanza. A questo punto fai rumore con il tamburello e invita tuo figlio a dirigersi in direzione del suono. Ovviamente, prima di fare questo esercizio, elimina dalla stanza ogni oggetto pericoloso e invita un altro adulto a supervisionare da vicino, i movimenti del piccolo.

Puoi ampliare l’obiettivo del gioco, proponendo a tuo figlio anche di indovinare l’oggetto utilizzato per generare il rumore.

3. Infila la cannuccia

Questo esercizio è più semplice e molto indicato per i bambini di 3 anni.  Come occorrente ti basterà avere in casa, una bottiglia di plastica e delle semplice cannucce. Una volta, tagliate, non dovrete fare altro che chiedere al piccolo di infilare le cannucce nella bottiglia, una alla volta.

Per ogni cannuccia correttamente infilate, donate un piccolo premio al bambino.

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *