Difficoltà a socializzare nei bambini

Molti bambini iniziano il processo di socializzazione con gli altri in modo assolutamente naturale, altri invece, sembra facciano fatica a costruire dei rapporti di amicizia e a prendere parte ad una vita sociale di gruppo con i propri coetanei. Spesso i genitori dei bambini che hanno problemi di socializzazione, vivono questo come un problema senza pensare che per i bambini con difficoltà di socializzazione, ci vuole solo un po più di tempo ed attenzione. Di seguito qualche consiglio per tutti quei genitori che vogliono aiutare i bambini a socializzare perchè notano in loro una difficoltà a relazionarsi.

Stimolare capacità relazionali

A volte alla base di una difficoltà di socializzazione in un bambino, può esserci una mancanza di fiducia nei propri mezzi. Il primo consiglio è quello di cercare di stimolare il proprio bambino ad avere più fiducia in se stesso. I bambini che si sentono più sicuri, di solito iniziano a relazionarsi con gli altri molto prima in termini di età. Dare amore, affetto e far notare in modo positivo i risultati ottenuti  senza esagerare, facendo in modo di lodare solo i comportamenti corretti.

Quando si crede antipatico

Può capitare che un bambino abbia timore a relazionarsi con i suoi coetanei, perchè teme di essere tacciato come antipatico. In questo caso, far notare al bambino che in effetti è bravo e gentile mettendo l’accento ad ogni buona azione “reale”, può facilitare il processo di socializzazione con gli altri bimbi dei quali teme il giudizio.

Sprona la sua generosità

La generosità è per molti bambini una dote innata per altri un po meno, riuscire a spronare il proprio bambino a fare gesti generosi potrebbe agevolarlo ad avvicinarsi con più sicurezza e fiducia agli altri bambini. Spronare la generosità per aiutare il bambino a socializzare, significa anche far notare le conseguenze del suo gesto generoso, mostrandogli come l’altro sia contento di aver ricevuto un gesto amorevole e che dunque non può non volergli bene ed accettarlo come amico.

Perchè non insegnargli a condividere?

Per i bambini condividere le proprie cose i propri giochi è davvero difficile, e più l’età è minore tanto più questa difficoltà sembra maggiore. Bisogna insegnare ai bambini che condividere può essere un ottima arma per essere accettati e creare socializzazione con i propri coetanei. Ovviamente senza farsi prendere dalla frustrazione se il proprio figlio non vuol condividere con gli altri, perchè l’apprendimento dello spirito di condivisione è graduale.

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *