Dare attenzione: le scoperte non sono mai banali!

Ogni volta che il tuo bambino ricorda il tuo volto stupefatto per aver compiuto una qualsiasi azione, si rivede in quell’attimo per lui motivante, e di riflesso la ripete nel modo giusto. Quando un bambino viene seguito in ogni sua fase di crescita, riesce a percepire il suo corpo e a sentirsi l’attore principale del film della propria vita. Capita negli adulti, figuriamoci nei bambini!

Seguire il percorso di crescita del proprio bambino è dunque uno degli obblighi più importanti che un genitore ha, più dell’acquisto della nuova Xbox!. Gran parte della crescita di un bambino dipende da ciò che un adulto è in grado di trasmettergli in ogni istante delle fasi di crescita.

Eppure si è sempre troppo stanchi, impegnati, distratti… ciò non va bene perchè fa credere al bambino che quella che per lui è una scoperta straordinaria per noi è una banalità, minando il suo percorso di crescita.

Non sto parlando del fatto che bisogna dare falsa attenzione al bambino, ma di dedicargli tempo, di guardarlo dritto negli occhi!

Tu guardi negli occhi del tuo bambino quando interagisci con lui/lei?

Il bambino segue più l’allenatore che il genitore

Non è difficile in Rugbytots, notare che all’inizio di ogni avventura con noi di un bambino, quest’ultimo sembra avere un rapporto più intenso con l’allenatore che con il proprio genitore.

Pilar Sordo, una nota psicologa e autrice, sottolinea l’importanza del contatto visivo tra allenatore e allievo durante le ore di allenamento.

La psicologa sostinene che guardarsi direttamente negli occhi aumenta notevolmente la possibilità di instaurare un rapporto intimo e affidabile. Guardare l’allievo negli occhi e lasciarsi guardare dall’allievo permette di scoprirsi e conoscersi a vicenda attraverso lo sguardo.

Questa condizione pian piano svanisce grazie al percorso didattico dell’allenatore, mirata a far si che il percorso di crescita durante i corsi sia un concerto tra genitori, figli e allenatore.

Perchè è importante dare vera attenzione ad un bambino?

Quando un bambino compie un’azione, fa una nuova scoperta, se tu sei li ad osservare e lo fai in modo puro e vero, sarai l’artefice della costruzione di una personalità positiva in tuo figlio. In molti pensano che sia la scoperta in se a portare beneficio alla crescita e alla formazione della personalità, non è così. Sicuramente riuscire a mettere in atto un’azione o a scoprire di essere in grado di fare qualcosa di nuovo è una conquista per il bambino. Ma se a quell’azione, a quella scoperta, è presente un adulto che le dia significato, essa farà parte del bagaglio culturale del bambino che sarà felice di ripeterla anche in futuro.

Come dare attenzione?

dare attenzione

Di certo guardare come ebeti i propri bambini sempre allo stesso modo, mentre fanno le stesse azioni non è proprio giusto. In questo caso la frase “neanche un bambino ci cascherebbe” sembra calzare a pennello.

Mettiti per un istante nei panni di tuo figlio, pensa a te quando a lavoro hai fatto una nuova scoperta e l’hai condivisa con gli altri… pensa a quando ne hai fatta un’altra, ed un altra ancora, e nuovamente l’hai condivisa con i tuoi colleghi. Ti sarà certamente capitato che ricevendo come ritorno sempre lo stesso sguardo, la stessa mimica facciale, il medesimo tempo di attenzione, un’ennesima scoperta fatta l’avrai comunicata solo a chi è sembrato davvero interessato a ciò che fai.

Se noi adulti abbiamo bisogno della giusta attenzione per alimentare in noi una personalità vincente, figurati in un bambino!

Un’attenzione partecipe riesce a fornire al bambino spunti interessanti, a fargli elaborare dati in base alla tua reazione che deve essere vicina allo stupore e sentita la prima volta, ma deve essere in linea con ciò che accade le volte successive.

Solo così il bambino riuscirà a capire che la sua scoperta è sensazionale, ma nello stesso tempo imparerà a capire come fare un azione sempre meglio, a confrontare i risultati attraverso il tuo sguardo diverso ad ogni azione differente.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *