Come giocare a casa con tuo figlio? Ecco tre giochi per sviluppare le sue abilità motorie

Un corretto sviluppo delle abilità motorie nel bambino gli consente di esplorare l’ambiente che lo circonda nella maniera più utile ed a considerare lo spazio come una realtà oggettiva.

Per aiutare tuo figlio a perfezionare la sua motricità attraverso il gioco, potrai servirti di alcune idee per rapportarsi in modo giusto con il mondo esterno, evitando piccoli incidenti tipici della primissima infanzia, quando il bambino incomincia a camminare. Se infatti tuo figlio mostra una certa tendenza ad inciampare, se cade più del dovuto, se fatica a superare ostacoli anche di piccole dimensioni, troverai un valido supporto nel proporgli alcune prove studiate appositamente per il movimento corretto degli arti.

Se avrai la pazienza di ripetere questi esercizi con costanza ti accorgerai che svilupperà facilmente la coordinazione motoria, diminuendo le incertezze.

Primo gioco: il cucchiaio

Questo gioco è rivolto espressamente al senso dell’equilibrio.

Dovrai stabilire un percorso, più o meno lungo ed articolato, che tuo figlio percorrerà con un braccio teso ed un cucchiaio appoggiato sul dorso della mano; lo scopo della prova è quello di raggiungere la fine senza che il cucchiaio sia caduto. Se il bambino possiede un buon senso dell’equilibrio nello spazio, non farà alcuna fatica ad eseguire tale prova.

Secondo gioco: la campana

A differenza di quello precedente, questo richiede uno spazio aperto, come un cortile, una strada, un giardino, ma anche una terrazza. Lo scopo di tale prova è quello di potenziare la coordinazione motoria del bambino, sviluppando le sue attitudini al movimento.

Devi tracciare per terra nove caselle numerate e tirare un sasso in una di queste; a questo punto stimola tuo figlio a raggiungere il sasso saltando su un solo piede oppure utilizzando entrambi i piedi ma unicamente su caselle affiancate. Dopo aver raggiunto l’ultima casella ed afferrato il sasso, potrà tornare indietro senza mai fermarsi.

Terzo gioco: il ponte

Innanzi tutto devi costruire “il ponte” con fogli di un rotolone di carta da cucina, realizzando un percorso lungo circa tre metri: tuo figlio dovrà camminare su quel “ponte” senza mai mettere i piedi fuori dai confini.

Potrai stimolarlo dicendogli che il ponte si trova sospeso su una giostra, e che, qualora non esca dai suoi limiti, verrà premiato.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *