Come aiutare tuo figlio a socializzare con i suoi Coetanei? Ecco alcuni consigli

Sviluppare le abilità di socializzazione è un processo molto importante nella vita di un bambino, un momento delicato che richiede un corretto aiuto da parte dei genitori.

Se a te sembra facile intraprendere relazioni ludiche con i tuoi coetanei, per i bambini non è così. Essi nutrono un’innata paura verso gli estranei, solo conquistando un discreto livello di autonomia riescono a essere attratti dalle nuove conoscenze. Tale autostima viene raggiunta passo dopo passo, al raggiungimento delle prime conquiste personali, come l’imparare a parlare o a usare il vasino.

È importante accompagnare il proprio figlio durante questa delicata e importantissima fase della sua vita.

Come aiutare tuo figlio a socializzare?

Sopratutto nel caso in cui il tuo bambino sia figlio unico, è molto importante cercare di fargli frequentare i suoi coetanei fin da piccolo. Cerca di portare tuo figlio in luoghi come giardini pubblici, ludoteche o corsi sportivi per i più piccoli.

In questo modo tuo figlio potrà entrare in contatto con bambini estranei attraverso il gioco. Nei primi anni di vita il bambino ha bisogno di capire come condividere gli spazi con i coetanei.

Non costringere tuo figlio a giocare

Far partecipare tuo figlio a giochi di gruppo è molto utile per sviluppare la sua capacità di collaborazione e cooperazione. E’ importante però non costringere mai tuo figlio a fare qualcosa contro la sua volontà.

Se noti che non desidera giocare all’interno di un vasto gruppo di bambini, inizia a cercare di farlo interagire con un unico bambino: procedendo senza fretta, tuo figlio svilupperà le proprie capacità di socializzazione in modo corretto e naturale.

Attento a non isolare tuo figlio

Ovviamente cerca però di non fare l’errore opposto: se tuo figlio appare timido, non isolarlo, ma spronalo a legare anche con un solo coetaneo. Ricorda che il bambino timido non rinnega la volontà di socializzare, ma in realtà desidera partecipare ai gruppi di gioco più come spettatore che come partecipante.

Tenere un bambino timido sempre e solo in compagnia del papà, della mamma e dei familiari è un’atteggiamento che influisce in maniera molto negativa sul suo sviluppo.

In definitiva il segreto per aiutare tuo figlio a socializzare è ascoltarlo e comprendere i suoi desideri, evitando sia di obbligarlo a giocare contro la sua volontà, sia di iper-proteggerlo tenendolo oppresso sotto l’ala protettiva della famiglia.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *