Bambini: stare all’aria aperta fa bene… Anche con il freddo

È ormai opinione comune pensare che l’aria fredda delle stagioni invernali faccia ammalare.

In realtà secondo gli esperti sembrerebbe non essere così: al contrario, gli studiosi ritengono che stare all’aria aperta faccia molto bene ai più piccoli.

L’aria aperta e il freddo fanno bene ai bambini

Al giorno d’oggi ormai i bambini tendono a stare sempre più al chiuso, in casa, e ad uscire poco.

Eppure una volta era il contrario: i bambini trascorrevano la maggior parte del tempo all’aria aperta, indipendentemente dalla stagione.

Oggi invece le cose sono nettamente cambiate poiché con l’avvento della tecnologia, di internet, dei social network, i bambini escono poco e passano quasi tutta la giornata al chiuso, a scuola o in casa. Questa cattiva abitudine è difficile da superare, soprattutto quando le temperature diventano sempre più basse perché si tende a pensare che l’aria fredda possa far ammalare i piccoli. In realtà stare all’aperto è estremamente vantaggioso per i bambini sotto diversi punti di vista.

I vantaggi di stare all’aria aperta per i bambini

Fare del movimento all’aria aperta, anche se fa freddo, contrariamente a ciò che puoi pensare aiuta il tuo bambino a stimolare le difese immunitarie e a crescere in modo sereno.

Stando all’aria aperta infatti tuo figlio sviluppa la creatività e le relazioni sociali che oggigiorno sono spesso messe in secondo piano. È più facile invece che tuo figlio possa ammalarsi in luoghi chiusi come ad esempio la casa o la scuola poiché qui avviene la trasmissione degli agenti patogeni che non ci sono con le basse temperature.

Naturalmente devi tenere in considerazione alcuni accorgimenti fondamentali prima di far uscire tuo figlio di casa: innanzitutto cerca di farlo uscire nelle ore più calde (quando in cielo splende il sole anche se il clima è molto freddo) e assicurati di proteggere la testa e la gola utilizzando sciarpa e cappello per evitare possibili raffreddori oppure infezioni. Se il bambino invece è già ammalato dovrai essere prudenti e confrontarti con il tuo pediatra di fiducia. Quest’ultimo infatti sarà in grado di darti il consiglio più adatto alla situazione del tuo bambino.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *