Bambini e responsabilità: 4 consigli per responsabilizzare tuo figlio

Responsabilizzare il proprio figlio sin dai primi anni d’età può aumentare notevolmente le possibilità di successo futuro: un bimbo che sviluppa presto il senso di responsabilità, riuscirà a superare le difficoltà della vita più facilmente.

Nel processo di educazione dei bambini, responsabilizzarli è una mansione non sempre semplice, dato che il confine tra responsabilizzare e colpevolizzare il bambino è molto sottile. Occorre relazionarsi nel modo corretto, insegnando i giusti valori e la giusta morale.

Ecco 4 consigli utili per insegnare il senso di responsabilità al tuo bambino

Imparare dalle conseguenze delle proprie azioni

Insegnare ai bambini che ogni loro azione, gesto o parola comporta una conseguenza precisa, è molto importante per lo sviluppo del senso di responsabilità.

Cerca di non intervenire troppo: fai sperimentare in prima persona le conseguenze delle loro azioni. Se tuo figlio commette un piccolo errore, potrebbe essere davvero lasciare che sia egli stesso a correggere la situazione, adoperando le sue energie e il suo intelletto.

Se desideri che tuo figlio metta a posto la stanza, prova a farlo stare nel disordine da lui creato. Dopo un certo periodo di tempo vedrai che egli stesso deciderà di mettere al loro posto vestiti e giocattoli.

Non lasciare i compiti a metà

È molto importante che ogni compito o mansione assegnata a tuo figlio venga sempre completata e mai lasciata a metà. Qualora tuo figlio si rifiutasse di portare a termine l’incarico, potrebbe essere utile promettergli qualcosa a lavoro finito (come ad esempio la possibilità di giocare con un amichetto).

Ovviamente accertati di proporre a tuo figlio incarichi che sia davvero in grado di ultimare: al fine di responsabilizzare tuo figlio, meglio affidargli cose semplici che completerà, piuttosto che incaricarlo di compiti troppo onerosi, che mai ultimerà.

Non perderti in lunghi e stancanti discorsi

Molti genitori perdono di vista l’obiettivo durante le lunghe conversazioni con i propri figli: non servono lunghi discorsi, basta mettere in chiaro che “Questo non si fa!”.

Evita i classici giri di parole, se desideri che tuo figlio impari la lezione, fai sì che egli sperimenti le conseguenze delle sue azioni (vedi punto 1).

Lo sport può aiutare

Praticare sport può davvero essere utile allo sviluppo del senso di responsabilità in tuo figlio: il tuo bambino si troverà ad affrontare sfide mentali e fisiche da dover portare avanti e vincere.

Ancor meglio se è uno sport di squadra

Negli sport di squadra, come ad esempio il rugby o il basket, tuo figlio dovrà collaborare con i suoi compagni e completare compiti per il bene della squadra. Se completati, sarà acclamato e appoggiato dai compagni, in caso contrario sarà ammonito, affrontando in prima persona le conseguenze delle sue azioni.

Attraverso lo sport, tuo figlio svilupperà il senso di responsabilità divertendosi e insieme a tanti amici.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *