3 sport diversi per crescere bene e divertirsi

Tutti sappiamo quanto sia importante lo sport per i bambini. Grazie ad una sana attività sportiva, essi sviluppano le proprie abilità motorie, imparano a socializzare e riducono drasticamente i danni derivanti da una vita troppo sedentaria.

3 sport per tuo figlio

Tra tutti gli sport, il calcio, il basket e la danza rappresentano tre di quelli maggiormente praticati dai più piccoli, ma siamo davvero sicuri che siano adatti allo sviluppo motorio di tuo figlio?

Esistono molti altri sport, meno consueti, che mettono in funzione tutti i muscoli permettendo al bambino di sviluppare al meglio le proprie abilità di coordinazione motoria.

Ecco 3 sport che potresti proporre a tuo figlio.

La capoeira per i più piccoli

La capoeira è una disciplina sportiva nata in Africa e sviluppatasi in Brasile. Essa si fonda sui principi della danza e delle arti marziali: un mix di movimenti precisi, lenti e più veloci scanditi da coinvolgente musica.

Negli ultimi anni sono nate molte associazioni che propongono corsi di capoeira per i più piccoli. Attraverso la musica e la danza, i bambini mettono in movimento l’intera muscolatura, sviluppando importanti abilità di coordinazione e ritmo e migliorando la propria agilità, equilibrio e elasticità.

L’età ideale del bambino per iniziare a frequentare i corsi di capoeira è quella compresa tra i 5 e i 6 anni, età inizia ad avere un controllo più completo del proprio corpo.

La scherma per i bambini

La scherma, anche se più conosciuta rispetto alla capoeira, rappresenta uno sport poco praticato dai più piccoli.

Questa disciplina può essere davvero utile allo sviluppo motorio del bambino: grazie ai movimenti ritmati e precisi e all’utilizzo del fioretto, durante l’allenamento tuo figlio potrà implementare le proprie capacità di equilibrio e coordinazione oculo manuale.

Oltre alla capacità motorie, la scherma, grazie allo stretto rapporto che s’instaura tra allenatore e atleta, è uno sport molto utile a trasmettere le nozioni di disciplina, rispetto delle regole e dell’avversario.

Il rugby per crescere e socializzare

max webb rugbytotsI due sport precedentemente descritti sono discipline complete, che apportano benefici allo sviluppo fisico del bambino, ma presentano anche un importante difetto: sono sport individuali.

Il bambino, sopratutto in tenera età, necessita d’imparare a instaurare relazioni interpersonali con i suoi coetanei. E il modo migliore per aiutarli a socializzare è attraverso il gioco.

Tra i diversi sport di squadra per i bambini, il rugby è uno di quelli più completi e sani: grazie a questa divertente disciplina, tuo figlio svilupperà le proprie capacità motorie e imparerà a inserirsi in un gruppo di coetanei e collaborare col loro per raggiungere un obiettivo comune.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *